sabato 1 agosto 2015

2 AGOSTO 1980

Se non sbaglio era sabato quando alle ore 10,25 esplose quella bomba nera messa nella sala d'aspetto di seconda classe fra tanta gente che sarebbe voluta andare al mare in vacanza, da parenti o in altri posti.
Essendo appunto sabato non ne sentii il boato, perché abitavo lontano dalla stazione. Ma, dal lunedì al venerdì, lavoravo a pochi passi dalla stazione. 
Giusto un paio d'ore dopo quella detonazione andai a salutare un amico di mia madre senza sapere quel che gli fosse accaduto. Lo trovai al telefono, disperato, chiamando tutti gli ospedali di Bologna. Cercava suo figlio che si era trovato alla stazione giusto in quell'orario nero e assassino. Ricordo ancora quel giovane padre quando mi aprì la porta; com'era vestito e l'espressione dei suoi occhi.
Non considero corretto rivangare sui sentimenti e fare i nomi di quelle e altre persone, ma sì doveroso non dimenticarci di quell'accaduto le cui investigazioni e ricerche vennero subito deviate dai servizi segreti del nostro Stato. E, ancor più doveroso, far sì che tutti i bolognesi nel mondo, tutti gli emiliano romagnoli sulla terra e tutti gli italiani nati lontani dalle terre dei suoi nonni o genitori; vadano conoscendo una storia più completa dell'Italia (stragi fasciste, brigate rosse vere e strumentalizzate, il caso Moro, colpi di Stato preparati, ecc. ecc. ecc.) per conoscerla meglio.
Su youtube si possono trovare diverse cose con cui informarsi sul quel nero accaduto; se posso darti un consiglio inizia con questo: https://www.youtube.com/watch?v=wrSGGBZikh0
Se lo desideri, la nostra associazione ti può prestare uno o più DVD ricevuti dalla stessa Associazione tra i familiari delle vittime della strage alla stazione di Bologna del 2 agosto 1980: http://www.stragi.it                                  Scritto da William Zanatta.

domenica 14 giugno 2015

PIADINA ROMAGNOLA. Uhm che buona!

Ringraziamo il Consiglio Direttivo della Casa dei Lucani! 
A Barranco, nella loro sede, abbiamo organizzato un pranzo preparando e servendo piadine romagnole accompagnate da tanti altri prodotti come formaggi, erbe, pomodori, carne ... e vino rosso.
Conversando con piacere abbiamo celebrato il 24º compleanno di A.E.R.P.

Trovandoci vicini a Plaza Vea siamo andati a comprare la Nutella... e giù a mangiare una porzione in più di piadina!

A.E.R.P. ha 41 soci. Ne erano presenti soltanto 11, presidente e moglie compresi. Come mai? Mah! Speriamo che la prossima volta ci sia maggior partecipazione.

Ad ogni modo i componenti del nuovo Consiglio Direttivo conoscono diverse persone.   
E così c'era anche un amico di Como, alcune signore a cui è stato insegnato italiano qualche mese fa, amiche dell'ADIPERU, un fotografo peruviano con moglie e figli, amici lucani, e altri amici ancora. 
Prova, questa, che la nostra associazione è aperta a tutti. 
Tanti complimenti a Luisa, la cuoca di Rimini, e a suo marito Julian.

giovedì 7 maggio 2015

LA CITTA' DI BOLOGNA

Sono stato in vacanza a Cuzco. 
Prima di partire mi sono messo in contatto con il Centro Culturale diretto dal nostro amico Maurizio Leva. 
Così come faccio più volte, mi sono portato dietro un USB con qualche mia proiezione fotografica.
E così, rappresentando la nostra associazione, la sera del 07/5 davanti a più di venti studenti, ho proiettato loro una sessantina di foto scattate a Bologna. 
Con molto piacere gli ho parlato della bella città dove ho vissuto 24 anni. Studiato e iniziato a lavorare.

Parlando di tutta l'Emilia - Romagna, l'anno scorso ho fatto vedere foto quand'ero in vacanza ad Arequipa.
La prossima volta spero di compiere ciò a Trujillo. A Ica o altri posti.

mercoledì 18 febbraio 2015

CATALOGO DELL'EMIGRAZIONE FEMMINILE

L’idea di un Catalogo dell’emigrazione femminile dall’Emilia-Romagna nasce durante la Conferenza dei giovani emiliano-romagnoli nel mondo, svoltasi a Buenos Aires nel 2007.
Il CATALOGO è suddiviso in tre parti: "Dall'Unità d'Italia all'inizio della grande guerra"; "Fra le due guerre"; "Dalla fine della seconda guerra mondiale ad oggi".

La caratteristica principale del Catalogo sarà il suo continuo aggiornamento.

Ti invitiamo a metterti in contatto con noi o direttamente con la Regione, perché anche tu possa raccontare la storia della tua emigrazione.
Del Perù, per il momento ci sono:

martedì 27 gennaio 2015

PRESENTAZIONE

Nata nel giugno del 1991, A.E.R.P. partì col fermo obiettivo di riunire il maggior numero di emiliano romagnoli residenti a Lima. Diversi di loro avevano lasciato l'Italia nel secondo dopo guerra. 
Trascorsi ormai 24 anni sono cambiate molte cose. Oggi ci sono tanti nuovi immigrati fra cui giovani venuti a cercar lavoro qua, e pensionati che in Italia non riescono ad automantenersi. Ma c'è anche l'internet che ci ha cambiato la vita. 
Il nuovo Consiglio Direttivo ha preso corpo soltanto da dieci giorni. Valutando le prime forze e le documentazioni con cui si torna a partire, viene considerato principale l'obiettivo di diffondere cultura italiana dentro scuole e altri ambienti (case di riposo comprese). Divulgarla con esperienze personali.
Poco a poco la realtà ci dirà quali altri cose sarà possibile organizzare iniziando da pranzi fra soci e amici.
Per metterti in contatto con il Consiglio Direttivo di A.E.R.P., scrivi a emiliaromagnaperu@gmail.com       

lunedì 26 gennaio 2015

LETTERA DEL PRESIDENTE

20/1/2015
Cari soci, socie, amici ed amihe di A.E.R.P.
Con molto piacere ho preso l’impegno in funzione di presidente e ringrazio tutti iniziando da coloro che fanno parte del Consiglio Direttivo. All’assemblea c’era entusiasmo. E questo è molto importante.
Mentre alla nostra Regione sono stati mandati i documenti ed è tutto a posto, considero doveroso informarvi che la nostra associazione non si trova al giorno con la SUNARP. Per il momento questo è ininfluente, ma diventerebbe indispensabile stare al giorno con la SUNARP qualora si facesse necessario aprire un conto corrente in banca. 
Oltre ai cinque componenti del Consiglio Direttivo, invito ogni altro socio a collaborare. Una collaborazione che, per esempio, può trattarsi di informazioni come queste:
Conosci professori di scuole o università a cui proporre nostre attività?
Spazi dove poter organizzare attività?
Trattorie o ristoranti dove pranzare tutti insieme?
Nomi di persone o ditte a cui rivolgerci cercando sposor?
Sei esperto con twitter, facebook e blog?  
Siccome all’assemblea c’era la metà degli iscritti, ti chiediamo di informare sulle ultime ogni socio che conosci. E invitarlo a scrivere a emiliaromagnaperu@gmail.com dandoci così la sua posta elettronica.

T’invitiamo a leggere la linea generale con cui A.E.R.P. vuole ripartire.

1. Restare in contatto fra di noi. Soci e amici. Ogni tre mesi ci sarà un’informazione via email a tutti coloro che ci avranno dato la propria posta elettronica. (Nella seconda metà dell’anno o un po' prima, vedremo d’iniziare a usare anche facebook e/o twitter). 

2. Ogni anno il Consiglio Direttivo si riunirà almeno quattro volte, l’assemblea generale si terrà durante i primi tre mesi, e si cercherà di organizzare due pranzi. (Ho scritto cercherà, perché dobbiamo ancora procurarci un ristorante a cui affidarci).

3. Diffondere cultura, storia, geografia, arte dell’Emilia - Romagna e dell’Italia. Tutto questo via internet, attività dentro scuole, università, spazi pubblici, case di riposo, e con la radio.  

4. Autofinanziamento: questo lo dice lo statuto. Iniziamo senza una sola moneta in cassa, ma con volontà ed entusiamo. Durante l’anno dobbiamo – tutti! – impegnarci  a cercare qualche sponsor qui in Perù. E all’assemblea del prossimo anno, considerando i lavori del nuovo Consiglio Direttivo, insieme decideremo se autofinanziarci anche con piccoli contributi creando una tessera A.E.R.P. Scrivici dicendoci a chi l'associazione può rivolgersi cercando sponsor dipendendo dalle attività in programma e da studiare. 

5. Progetti da presentare alla Regione. Siamo in attesa di conoscere le norme.

6. Avere un logo e una carta intestata. (Carta intestata da tenere sul computer e stampare una alla volta, non da farla preparare in tipografia).

7. Cercare contatti con le altre associazioni emiliano romagnole nel mondo. Ma anche con Comuni e Province d’Italia cominciando da quelli della nostra regione.

8. Cercare contatti con le altre associazioni italiane qui in Perù con lo scopo di conoscerci, essere più uniti al Comites e organizzare qualcosa insieme.

9. Turismo Emilia - Romagna e Prodotti. Per dedicarci a ciò c'è prima bisogno di coordinare con la Regione e vedere cosa si può fare. 

10. Turismo Perù. Tenere pronte informazioni per nostri compaesani e connazionali interessati a visitare il Perù. Dar loro almeno i primi consigli in modo di aiutarli a prendere le prime decisioni.

11. Gastronomia. Col passar del tempo si deciderà se approfondire o meno questo tema molto caro a tutti noi. Un’identità culturale seconda soltanto al linguaggio!

12. Durante ogni riunione e assemblea si parlerà in italiano invitando con molto piacere chi non lo conosce ancora bene, a impararlo sempre meglio. E a integrarsi sempre di più nella cultura italiana.

CONSIGLIO DIRETTIVO

Questi i nomi dei cinque componenti del Consiglio Direttivo entrato in carica il 17/1/15. Le cariche durano tre anni.

William Zanatta
Presidente. 55 anni. Di Forlì.
Guida turistica, interprete e fotografo dedicato alla storia e alla cultura.

Mauro Ancherani
Vicepresidente. 59 anni. Di Ravenna.
Docente della lingua italiana alla scuola "Antonio Raimondi" di Lima.

Ariane Reggiani.
Segretaria. Nata a Jeumont, Francia. 
Ha lavorato venticinque anni a Carpi.
Pensionata INPS.

Giuseppina Monducci Visani.
Tesoriere. Di Faenza.

Mario Kuski Zanatta Salvador
Rappresentante dei Giovani. 19 anni. Di Lima.
Studia teatro all’Università.


PROGRAMMA 2015

Non ci troviamo in attesa di risposte a progetti presentati in precedenza alla nostra Regione o ad altri Enti o Istituzioni. Italiane o peruviane.
Durante l’assemblea di quest'anno sono comunque state esposte diverse idee concrete verso il futuro. Questo post, seguendo lo statuto e unendo le proposte raccolte, espone tutto quel che l’associazione pensa di organizzare durante quest’anno. 

E' doveroso segnalare che, con eccezione della mostra fotografica sui Mosaici Bizantini di Ravenna, A.E.R.P. non ha mai ricevuto una lira dall’Italia. L'associazione è così cresciuta senza aver soldi in cassa. Oggi, ci troviamo allo stesso punto. Con la crisi economica in Italia diventa ancor più difficile sperare di organizzare qualcosa di grande. Ma questo non sminuisce la nostra fermezza di creare e sviluppare un proprio programma di attività. Sempre rispettando le opinioni di altre persone, io credo che prima vengono le idee e la volontà, poi valutare la disponibilità di varie persone, dopo gli spazi ove svolgere le attività, e infine cercare i finanziamenti; Regione Emilia - Romagna compresa. 
- PROGRAMMA 2015 - 

Uno o magari due pranzi fra tutti i soci. Pranzi il più possibile originali per parlare anche della storia e della cultura dei piatti. Hai qualche posto da consigliare?

Musica e canzoni dell’Emilia – Romagna su Radio Italia.

Una serie di film. Per esempio il regista Bernardo Bertolucci, Federico Fellini o altri. 

Proiezioni di foto sull’Emilia – Romagna e sull’Italia dentro scuole, università, case di riposo. Stiamo presentando proposte a quattro scuole, a Derrama Magisterial, al Gobierno Regional del Callao, ai Comuni di Miraflores, Jesús María, Magdalena del Mar, Los Olivos e La Molina. Anche una pizzeria sembra interessata alle proiezioni delle nostre foto. Se hai qualche nome di professore da consigliare, scrivici!

Nostre socie saranno intervistate collaborando alla creazione di un catalogo dell’emigrazione femminileUna socia è già stata intervista.

Su consiglio di un socio, A.E.R.P. cercherà di mettersi in contatto con la Carpigiani. Ditta che produce macchine da gelato. 

Dipendendo da vari fattori, decideremo se dedicarci con serietà alla promozione del Turismo in Emilia - Romagna, alla Gastronomia e ai Prodotti da promuovere.

Appena ricevute da Bologna le indicazioni riguardanti i progetti da poter presentare alla Regione, il Consiglio Direttivo approfondirà questo importante punto. Verranno considerate anche le idee presentate durante l'assemblea (un coro di mondine, gli sbandieratori, l'ocarina).

NOSTRE ATTIVITA'

Su questo post ci sono le attività pronte, i materiali su cui lavorare per preparare altro, e idee concrete.

Proiezioni fotografiche accompagnate da descrizioni con voce viva:
"L’Emilia – Romagna"; La città di Bologna"; "Faenza e le sue bellissime ceramiche"; "Pinacoteche Emiliano - Romagnole"; "Il Palazzo Milzetti"; "La Cucina Emiliano – Romagnola".  
"Visione generale dell’Italia"; "L’Umbria"; "Pompei ed Ercolano"; "La Toscana"; "Venezia"; "Gli Etruschi".   

Film di Federico Fellini e Bernardo Bertolucci. Sarà importante vedere se possibile procurarcene altri.

Collezioni di cartoline dell’Emilia – Romagna e dell’Italia intera.
Canzoni in dialetto: romagnolo, bolognese e modenese.
Poesie in dialetto romagnolo.

Concorsi di disegno, scrittura, lettura, ecc.
Lezioni d’italiano.
Lezioni gastronomiche.
Seminari e conferenze sulla nostra storia, arte e cultura.

Sei invitato a scriverci dicendo quali sono le tue idee, il materiale che hai e puoi prestare, tue attività individuali che credi possano servire all'associazione.

INTERVISTE

Questo spazio raccoglie le interviste ricevute dai soci di A.E.R.P.

Settembre 2012. Alla scoperta del Perù.
Nell'intervsta, la scelta di vivere a Lima di William Zanatta, un romagnolo che si occupa di cultura, turismo e volontariato.

Intervista a Mauro Ancherani presidente dell'Associazione degli emiliano - romagnoli del Perù.

domenica 25 gennaio 2015

TURISMO - PERU'

Durante tutti i nostri 24 anni, ogni socio ha aiutato più persone a visitare il Perù. Unendo esperienze, e senza confonderci con un'agenzia, da oggi l'A.E.R.P. è un punto di prime informazioni turistiche sul Perù. Rivolgendoti a noi, ti diamo indicazioni utili a prendere le prime decisioni com'è il caso dei mesi più adatti al viaggio, Machu Picchu, la foresta Amazzonica, località non promosse ma interessanti, compagnie aeree, trasporti terrestri, eccetera.
La nostra posta elettronica: emiliaromagnaperu@gmail.com



ATTIVITA' SVOLTE DA A.E.R.P.

Cercando di comporre un riassunto il più completo possibile, questo è quello che fatto sino ad oggi.

Novembre 2003: Dalla Regione sono venuti qua il chef Danilo Galassi, il cuoco Gianluca Zaccarini e musicisti guidati dal maestro Giorgio Zagnoni.
E’ stato organizzato un master Cucina e svolto un concerto.
La Regione ER è stata rappresentata dal signor Ivo Cremonini.

Dicembre 2003. Lasciandoci per sempre, lo stimatissimo presidente Bruno Ugolotti, uno dei fondatori di A.E.R.P., ci ha donato un libro di nome “Il racconto del Feudo”.  

… In ricordo di Guglielmo Marconi, al Radio Club Peruano è stato regalato un busto – statua con la figura giovane dell’inventore della radio. 

Ottobre 2009: Proiezione fotografica “Emilia – Romagna, regione di Luciano Pavarotti”. Auditorio del Municipio di San Borja, Lima.

Ottobre 2009: Proiezione fotografica “Umbria, terra di san Francesco d’Assisi”. Auditorio del Municipio di San Borja, Lima.

Maggio 2010: Al centro cultural "Ricardo Palma" del Municipio di Miraflores, Lima Metropolitana, è stata organizzata una mostra fotografica dedicata ai Mosaici Bizantini di Ravenna. Una professoressa venuta dalla Romagna ha svolto due conferenze sul tema della restaurazione.
Qui le foto che, ampliate, sono state esposte nella Sala Raúl Porras Barrenechea.
Tutto organizzato dall'Istituto Italiano di Cultura, la Regione Emilia - Romagna, la Provincia di Ravenna, la Municipalità di Miraflores e la nostra associazione.

Ottobre 2011: Proiezione del filmato “Guglielmo Marconi, il primo radioamatore”. Organizzato in collaborazione con il Radio Club Peruano.

Ottobre 2012: Proiezione fotografica “Dagli Appennini alle Ande”. Organizzato in collaborazione con il Radio Club Peruano.

Aprile 2013: Proiezione fotografica “Emilia – Romagna, la terra delle lasagne e del Parmigiano - Reggiano” svoltasi dentro il Circolo Sportivo Italiano. Erano presenti molte persone che studiano l’italiano. 

Maggio 2014: Proiezione fotografica “Emilia – Romagna, la terra delle lasagne e del Parmigiano - Reggiano” svoltasi in collaborazione dell’Istituto Culturale Italo – Peruviano di Arequipa. 

Febbraio 2015: Proiezione fotografica sull'Emilia - Romagna e la sua gastronomia. Dentro la Pizzeria Remy. A Los Olivos, Lima Metropolitana. 

I SOCI

                           Oggi, 25/2/15, siamo 39: 20 donne e 19 uomini. 

Giuseppina Monducci Visani, Leda Ragonesi, Bruno Melandri, Rosanna Ragonesi, Giancarlo Ragonesi Battistini, Maritza Pletikosich di Ragonesi, Mirella Bacchioni, Giuseppe Bassi, Mariuccia Bassi, Renzo Bortesi, Renata Bertoni Cabieses, Giovanna Cattaneo, Aldo Conetta, Albina Monica Llosa, Nicola Utili, Carlo Salsi, Silvano Mazzocchi, Italo Crovi, Daniela Ramirez Ugolotti, Camila Foschi Balducci, Mauro Ancherani, Maria Carla Gallegos Sanchez, Valentina Ancherani Gallegos, Arianna Ancherani Ghersi, William Zanatta, Alex Geiner Zanatta Salvador, Mario Kuski Zanatta Salvador, Dorotea Salvador Coral di Zanatta, Ariane Reggiani, Francy Ortega Reggiani, Glauco Baratta, Tom Zarri, Edith Ayvar di Zarri, Agatino Giuffrè, Maurizio Zocchi, Luca Della Ghezza, Adriana Laffi e Dana Visani.    

LO STATUTO

L’associazione è nata il 12/6/1991. Tutti i soci fondatori si sono incontrati dentro il Circolo Sportivo Italiano.
Erano presenti 11 persone: Bruno Ugolotti Manghi, Francesco Bottazzi Magnani, Eugenia Ugolotti Manghi, Giuseppe Bartolucci Casalini, Giuseppina Monducci Visani, Dana Visani Monducci, Leda Ragonesi Detendi, Italo Crovi Manghi, Rosanna Ragonesi de Radovich, Camilla Foschi Balducci e Leda Lombardi de Bottazzi.
Associazione Emiliano Romagnola del Perù (A.E.R.P.).
Art. 1. Associazione civile di diritto privato.
Art. 2. L’associazione non ha fini di lucro ed è aperta a tutti gli italiani residenti in Perù che possano considerarsi della stessa regione per nascita, discendenza, matrimonio senza escludere coloro che hanno acquisito la nazionalità peruviana. Lìassociazione deve rappresentare un ponte ideale tra il Perù e la terra originaria dei suoi associati.  
Art. 3. La sua sede si stabilisce a Lima potendo ampliarsi a tutto il territorio nazionale.
Art. 4. Gli obiettivi principali di A.E.R.P. sono: riunire periodicamente i figli della stessa terra, promuovere iniziative di varie indoli atte a difendere il Patrimonio Storico, culturali e turistiche della regione, stabilire contatti costanti con le autorità regionali, informare costantemente i soci delle leggi emanate dalla Regione, promuovere scambi con le associazioni analoghe in altre nazioni.
Art. 5. Il consiglio direttivo è composto da cinque membri (presidente, vicepresidente, segretario, tesoriere e rappresentante dei giovani). Le cariche hanno la durata di 03 anni.
Art. 9. L’Assemblea Generale dei Soci sarà convocata nel primo trimestre di ogni anno.   
Art. 11. A.E.R.P. si sosterrà economicamente per mezzo di contributi volontari dei soci, Enti e Istituzioni a livello regionale e nazionale, sussidi stabiliti dalle leggi regionali a favore degli emigrati.

Bruno Ugolotti è stato il primo presidente; Giuseppe Bartolucci il secondo; Bruno Melandri il terzo; Mauro Ancherani il quarto; William Zanatta l'attuale.

Su tua richiesta di socio ti mandiamo lo statuto completo.